• 0883531315
  • mobilificiofiorella@tiscali.it

Category Archive: arredamento casa

Fasolin-FS1311026

Come evitare danni all’arredamento durante un trasloco

Come evitare danni all’arredamento durante un trasloco

Tra i maggiori problemi che si riscontrano al momento del trasloco, quello di trasferire armadi, poltrone, cassettiere ecc. da una casa all’altra senza che questi riportino danno, è senz’altro tra i più sentiti. I motivi per cui questo aspetto può rappresentare una seria preoccupazione sono molteplici, ne elenchiamo alcuni di seguito:

  • il primo è che l’arredamento della casa è stato molto spesso scelto in modo estremamente accurato, questo ha sicuramente richiesto tempo e impegno da parte nostra.
  • quando entriamo dentro le nostre mura domestiche, ci piace riconoscere il nostro stile così da sentirci “finalmente a casa” dopo una dura giornata di lavoro.
  • l’arredamento scelto ci è costato sicuramente dei sacrifici in termini economici, e il nostro ardente desiderio è che possa durare più a lungo possibile.
  • non ultimo c’è il fattore sentimentale. Siamo indiscutibilmente legati a degli oggetti che abbiamo in casa, qualcosa che rappresenta per noi molto di più del semplice oggetto in legno che appare agli occhi di altri. A volte un armadio, un tavolo, una sedia o un divano ci ricordano parte della nostra vita, ci fanno tornare alla mente momenti indimenticabili, scritti indelebilmente nel nostro cuore.

Tutto questo, e altro ancora ha spinto recentemente le ditte di trasloco a prendere molto più seriamente di un tempo questa problematica, portando così a qualificare i propri addetti al fine di diventare dei veri e propri professionisti del trasloco. Innovative tecniche di imballaggio permettono di trasferire da un’abitazione ad un’altra senza alcun danno qualsiasi tipo di mobile, dalla sedia al pianoforte.

E’ ovvio che per avere la sicurezza di un risultato simile ci si debba affidare solo ad alcune ditte di trasloco della nostra città, le più qualificate, le più attrezzate, le più professionali, quelle che hanno un’assicurazione in caso di danni sugli oggetti, in poche parole, le più serie. Certo, questo potrebbe costarci qualche euro in più, ma è meglio dormire tranquilli che risparmiare denaro e poi dover riscontrare che gran parte del nostro mobilio è rovinato e non più utilizzabile, cercando poi un inutile risarcimento da parte di chi è sparito ormai da tempo.

Indubbiamente un aspetto fondamentale, quando si affronta un trasloco è prepararsi in anticipo.

Sia da un punto di vista mentale, facendo un’accurata lista degli oggetti che desideriamo portare con noi, sia praticamente, iniziando ad imballare con cura le nostre cose. Anche in questo caso, se abbiamo scelto la giusta ditta di traslochi saremo senz’altro facilitati, in quanto, ci verranno non solo consigliati uno ad uno e in maniera progressiva tutti i passi da fare, ma soprattutto ci verrà fornito direttamente da loro il materiale adatto per l’imballaggio degli oggetti. Questo ci permetterà di risparmiare tempo, denaro e stress.

MOBILI FIORELLA
stilema-belle07

COMPLEMENTI DI ARREDO – arredare casa con stile

Siete in cerca di ispirazione per l’arredamento di un moderno loft open space in stile industriale o per un romantico bilocale shabby chic in centro città? Nessun problema: noi vi forniremo ogni giorno mille idee per arredare con stile il vostro piccolo regno! Iniziamo dalle basi.

MOBILI FIORELLA
LUBE-linda

Il settore dell’arredamento è sempre in fermento

Il settore dell’arredamento è sempre in fermento, ogni giorno nascono decine di nuovi brand di professionisti che vogliono in un modo o nell’altro aiutare l’utenza ad arredare casa con stile. Tale fermento ha alla sua base il fatto che trovare idee originali e soprattutto pensare agli abbinamenti, ai colori, alle emozioni da poter comunicare, attraggono sempre più persone a cimentarsi in tale professione.

Ma per chi non può permettersi uno dei tanti professionisti del design, c’è una ottima notizia! Spesso il migliore arredatore convive sotto allo stesso tetto… basta aver fiducia dell’estro delle donne.

Le donne in tema di arredamento (e non solo), comunicano in modo assolutamente diverso dagli uomini. Più votate a creare atmosfere in base alle emozioni ed ai sentimenti, le donne arredatrici possono trasformare in poco tempo il look di una casa, anche con un piccolissimo budget.

Le donne sanno a chi chiedere i consigli giusti, spesso seguono blogger ed influencer sul web, e sanno dove prendere spunti da plasmare grazie alle proprie caratteristiche.

Che si tratti di arredamento classico o moderno non conta, una donna riesce ad immaginare un nuovo look all’arredamento semplicemente partendo da ciò che si ha a disposizione. L’estro e la fantasia poi vengono agevolati dal fatto che esse sanno dove trovare i materiali giusti da riciclare per fare anche di un semplice cuscino un’opera d’arte.

Una moglie, una figlia… hanno solo bisogno di fiducia e di essere lasciate in santa pace a pensare come realizzare uno stile d’arredo che rispecchi le caratteristiche della famiglia, che possa trasmetterne i valori ed essere perfettamente cucito addosso ad ogni componente del nucleo familiare.

MOBILI FIORELLA
vendita materasso a Barletta (1)

Come scegliere il materasso a molle

Come scegliere il materasso matrimoniale a molle? La sua struttura è tale da renderlo adatto alle persone più robuste, infatti è in grado di offrire un valido sostegno al corpo donandogli comfort ed elasticità. Leggi la guida per conoscerne caratteristiche, tipologie, e come scegliere i migliori materassi matrimoniali a molle in base a criteri di qualità, prezzi, offerte e corretta informazione per il consumatore.

I materassi matrimoniali a molle, in virtù anche dell’evoluzione tecnologica che negli ultimi dieci anni li ha visti protagonisti, continuano a rappresentare la scelta preferita dai consumatori. Tale progresso, tuttavia, volto a soddisfare bisogni sempre crescenti di comfort e affidabilità, ha dato vita a un proliferare eccessivo di modelli da dovere valutare prima dell’acquisto.

Trovare il prodotto più idoneo alle proprie esigenze, con un buon rapporto qualità/prezzo, durevole e soprattutto capace di assicurare un sonno riposante presuppone, dunque, la conoscenza base dei principali elementi costruttivi che lo compongono.

Come scegliere

Quando si acquista un materasso a molle, le prima questione da porsi è quale sistema di molleggio possa risultare più idoneo alle proprie esigenze. I modelli presenti sul mercato si dividono in due tipologie: i materassi a molle tradizionali e quelli a molle insacchettate.

Nel primo tipo le molle sono assemblate in file parallele e collegate tra loro da un cavetto spiralato. La struttura portante che ne deriva è abbastanza robusta, compatta e sufficientemente elastica. La maggior parte delle case produttrici fa uso delle tradizionali molle Bonnel, capaci di dare vita a prodotti di buona qualità, anche se sempre più di frequente, per gli articoli di fascia alta, vengono utilizzate le molle LFK. Essendo più piccole e leggere richiedono una più alta densità di molle con benefici effetti sull’adattabilità alla linea del corpo.

Il materasso a molle tradizionale presenta il vantaggio di assicurare una maggiore durata nel tempo: dai 15 ai 20 anni. Il numero di molle ottimale, capace di garantire un buon comfort, si aggira intorno alle 700 (molle Bonnel), valore questo corrispondente ad un livello di rigidità medio per materassi matrimoniali di misura standard (160 X 190 cm). I modelli con maggiore densità di molle e conseguentemente con valori di rigidità superiore, grazie al migliore sostegno che sono in grado di assicurare, andrebbero preferiti da persone in sovrappeso.

Nei materassi a molle insacchettate le singole molle sono indipendenti e contenute in un involucro di tessuto. L’autonomia di movimento che si genera in questo sistema consente una migliore adattabilità alle differenti pressioni originate dal peso del corpo.

L’effetto anatomico risulta ulteriormente esaltato negli articoli a rigidità differenziata, in cui file di molle più rigide vengono alternate con altre più elastiche. Il numero di molle varia da un minimo di 700 ad un massimo di 4000 e anche oltre, a seconda delle casa produttrice, ma per un prodotto di buona qualità, capace di garantire discrete prestazioni ergonomiche e per matrimoniali di misura standard (160 X 190 cm), 16000 molle sono la densità ottimale.

Questo sistema innovativo, oltre a presentare ottimi livelli di comfort complessivi, risulta particolarmente adatto a quelle coppie in cui vi sono significative differenze di peso tra i partner, infatti, i movimenti notturni dell’uno non saranno percepiti dall’altro, con un disturbo reciproco abbastanza limitato.

Particolarmente consigliato, inoltre, per chi soffre di specifiche patologie alla spina dorsale (dolori lombari, ernie), di disturbi della respirazione (asma, ridotte capacità respiratorie per enfisema, apnee notturne) e di reflusso gastrico, permettendo anche, in quest’ultimo caso, una migliore efficacia e facilità di utilizzo del cuscino antireflusso.

A causa della maggiore fragilità e delicatezza della struttura, per evitarne il cedimento nel corso di pochi anni, diventa essenziale scegliere solo quei modelli dotati di un buon rinforzo alle sponde. Si tenga presente, però, che la durata di questi prodotti è comunque inferiore (10 – 15 anni) rispetto a quella dei modelli tradizionali.

Gli altri elementi costitutivi da valutare al momento dell’acquisto sono l’imbottitura e il rivestimento esterno. I materiali utilizzati per realizzare l’imbottitura variano enormemente, così come varia il loro spessore.

L’obbiettivo delle case produttrici è quello di assicurare una maggiore morbidezza e di conseguenza un migliore comfort complessivo. I materiali migliori sono la schiuma di poliuretano, il Memory foam, e il lattice. Per i prodotti più economici viene utilizzato un polimero, il polipropilene, più rigido e con una durata inferiore.

Per il rivestimento esterno la scelta dovrebbe sempre indirizzarsi verso materiali naturali, al fine di evitare fastidiosi problemi di sudorazione notturna.

Il cotone, per il lato estivo, e la lana, per il lato invernale, assicurano sempre un buon livello di traspirazione e non determinano effetti negativi in quanti soffrono di allergie a certi materiali sintetici. I tipi sfoderabili, nonostante abbiano un prezzo maggiore, consentono di lavare la fodera in lavatrice, con indubbi vantaggi igienici e conseguentemente di durata del prodot

Prezzo

Sulla composizione del prezzo incidono sia la quantità che la qualità dei materiali utilizzati.Si consiglia di scartare i prodotti più economici, in quanto non danno certezze sulla durata e sul comfort ottenibile, ma bisogna avere la consapevolezza che anche quelli di fascia alta, spesso, hanno un rapporto qualità/prezzo eccessivamente squilibrato.

Alcuni articoli vengono venduti ad un prezzo che può superare i 3.000 euro, senza assicurare per questo livelli di efficacia e comodità che non possano essere ottenuti acquistando articoli molto più economici.

Non sempre, ad esempio, un elevato numero di molle si traduce in un significativo aumento del comfort generato. Così come uno strato di imbottitura piuttosto spesso in Memory foam, tra i più cari materiali utilizzati dalle case produttrici, per quanto consenta sensazioni di morbidezza inusuali per un modello a molle, può comprometterne le qualità traspirant1.

Altro fattore fondamentale capace d’influenzare il prezzo dei diversi articoli in commercio è il carico di lavoro necessario per la loro produzione.

I modelli a molle indipendenti, infatti, risultano sempre più cari di quelli di tipo tradizionale. Inoltre, essendo un sistema più sofisticato, soprattutto per questa tipologia, il consiglio è quello di diffidare delle offerte eccessivamente vantaggiose e di affidarsi sempre a ditte di comprovata esperienza.

Il prezzo di un buon materasso matrimoniale a molle tradizionale di media qualità e rigidità può variare dai 400 ai 600 euro, mentre il prezzo del tipo a molle indipendenti, con 700 molle insacchettate, va dai 500 agli 800 euro.

Questi prezzi si riferiscono ad articoli di dimensioni standard (160 X 190 cm). Alcune ditte offrono al cliente la possibilità di scegliere misure personalizzate, ma il prezzo richiesto è sensibilmente superiore.

La differenza tra il prezzo minimo e quello massimo indicato dipende dall’impiego delle soluzioni tecnologiche più avanzate (modelli a zone di portanza differenziate e con strati superficiali in Memory foam).

Effettuando un acquisto online, spesso, si può usufruire di sconti che possono spingersi fino al 25%. Prima di ogni acquisto si raccomanda, però, un esame scrupoloso delle schede tecniche che accompagnano i diversi prodotti.

Inoltre, la presenza della garanzia non deve essere sottovalutata, sia per ciò che concerne la durata, sia per le condizioni applicative della stessa. In particolare, è bene assicurarsi se nel caso di reso le spese di spedizione saranno a carico del consumatore o del produttore, come previsto per legge, ma solo entro i 2 anni dall’acquisto.

Riguardo la durata della garanzia è bene considerare che, per motivi igienici, un materasso non può accompagnarci tutta la vita e che i difetti di fabbricazione si evidenziano già nei primi anni d’uso. Garanzie troppo estese nel tempo rischiano, quindi, di essere dei veri e propri specchietti per le allodole, capaci di invogliare il consumatore all’acquisto di quel determinato articolo.

Il rischio, infatti, per garanzie che superano i 5 – 10 anni, è quello di vedersi recapitare a casa un modello differente e più caro, per il quale può essere richiesta una integrazione sul vecchio prezzo di acquisto.

Acquista online Materassi, Cuscini e Letti con qualità e sicurezza. Dal Materasso alla rete ortopedica, materassi con prezzi e offerte uniche.

Acquista online i materassi ortopedici, progettati per darti il massimo sostegno e comfort durante la notte. Consegna in tutta italia.

I materassi e i guanciali da noi proposti nascono da un attento studio delle esigenze ergonomiche del corpo umano.

Mobilifico Fiorella: Materassi ortopedici a Barletta

MOBILI FIORELLA
Cucine Lube Barletta

Vuoi arredare casa e risparmiare?

Vuoi arredare casa e risparmiare? Inizia dall’essenziale, con Fiorella trovi La cucina dei tuoi sogni

su www.mobilificio-online.it trovi Annunci della categoria Arredamento e Casalinghi in Tutta Italia e Arredamento e Casalinghi a Barletta

MOBILI FIORELLA
stilema-sttropez01

Arredare casa in maniera davvero affascinante

Ciò che rende l’azione di arredare casa davvero affascinante, è che ci si può, seguendo determinate regole, sbizzarrirsi nel creare abbinamenti tra oggetti d’arredo a proprio gusto creando spesso nuovi tipi di arredamenti. L’arte di arredare casa in modi diversi, ha portato anche alla nascita di numerosi stili arredo che si pongono a cavallo tra un arredamento classico e un arredamento moderno.  Nascono ogni anno numerosi stili d’arredo che possono essere chiamati arredamenti classici contemporanei, che nascono nell’epoca contemporanea sfruttandone il design ed integrando quest’ultimo con pezzi d’arredo classici.

Un esempio di arredamento classico contemporaneo può essere quello shabby chic che impazza in tutto il mondo. Un vero e proprio capolavoro di stile nato dall’unione di complementi d’arredo classici e moderni dall’aspetto trasandato ma di impatto grazie ai colori pastello utilizzati sia sulle pareti delle camere che sugli stessi oggetti.

Non è l’unico stile che può essere considerato classico contemporaneo, ma di certo lo stile shabby è quello che meglio riesce a racchiudere il concetto di classicità e contemporanea bellezza.

Si può riuscire a modificare il proprio stile d’arredo facendolo passare da classico a moderno anche solo modificando pochi e decisivi mobili o complementi. Uno dei complementi d’arredo che più si presta a modificare lo stile dell’arredamento e l’atmosfera che trasmette la camera è il divano, da sempre Re del soggiorno. Infatti, sostituendo un vecchio e classico divano in pelle, con un divano dai tessuti e colori etnici, si può riuscire a creare appunto un’atmosfera più etnica e moderna che classica, nonostante molti altri mobili siano rimasti invariati. A completare la trasformazione dell’arredamento, potrebbero essere utilizzati anche qualche quadro, le tende, un orologio da muro o piccoli suppellettili.

MOBILI FIORELLA
Cucine Lube Barletta

Compra una cucina a Barletta

Scopri le novità della Primavera, con Mobilificio Fiorella a Barletta, la tua cucina tornerà come nuova.

Scopri tutte le altre cucine del Gruppo LUBE.

La cucina per te personalizzata e su misura, progettata da esperti che amano l’ambiente.

Possibilità di cucine Lube a Barletta, personalizzate in base alle esigenze e misure.

Da Mobili Fiorella a Barletta la qualità è di casa.

Cucine Classiche e Cucine moderno e mobili selezionati tra le migliori aziende italiane presentati a prezzi sempre vantaggiosi.

MOBILI FIORELLA
151023115920_slider6_sail_10_2015

Rimadesio, la Brianza “arreda” i mercati esteri

Rimadesio, azienda lombarda d’arredamento, ha ottenuto enormi soddisfazioni nel 2015, registrando un incremento del fatturato del 6,4% segnando così il proprio record assoluto a livello di turnover: 33,4 milioni di euro.

Un risultato ottenuto soprattutto grazie all’export (+13,4%), che ormai da 5 anni trascina la crescita dell’azienda arrivando oggi a rappresentare il 54% del fatturato complessivo.

Da segnalare inoltre l’ampliamento della rete di negozi monomarca inEuropa (Madrid) e in Oriente (Doha e Pechino) e gli ingenti investimenti in tecnologie di produzione altamente innovative che renderanno la società italiana sempre più competitiva sui mercati internazionali.

MOBILI FIORELLA
shabby-evidenza

Come arredare una casa in stile shabby chic

Da qualche tempo si sente molto parlare dell’arredamento shabby chic e sembra che sempre più persone lo scelgano per l’arredamento della propria casa.

Lo stile shabby chic, letteralmente definito come “trasandato elegante” è un tipo di arredo in cui i mobili sono vecchi ma non da antiquariato. L’impressione è quella che siano stati recuperati dalla soffitta della nonna, con evidenti segni di usura che però li rendono accoglienti e romantici. Lo stile shabby chic emana accoglienza, tranquillità, è molto soft, rilassante e prevalentemente si sviluppa sui toni del bianco ma sono presenti anche colori pastello. Il rosa chiaro, il lavanda, il beige, e il grigio chiaro sono i colori che caratterizzano questo stile. Non c’è una vera e propria forma dei mobili definiti shabby chic come ad esempio hanno gli altri stili, ma la loro caratteristica risiede proprio nella colorazione che è come se tentasse di coprire un mobile vecchio o apparentemente vecchio, ridipinto con nuance chiare, con tecniche decapate e “rovinate“.
I segni dell’usura trasmettono quell’aria romantica di un arredamento vissuto e un po’ trasandato per un effetto d’insieme che non sa affatto di trasandato, bensì di ben curato nei dettagli, non solo negli arredi ma anche nei complementi e nei piccoli decori come cornici, cuscini e passamanerie. Infatti oltre ai mobili, ci sono molti oggetti che aiutano a suggerire l’effetto shabby chic: un portafoto, un vaso in ferro battuto, oppure tessuti chiari con slavate stampe floreali, utensili vintage da esporre in cucina, tende di lino grezzo, cuscini con ricami, lampadari con gocce di vetro e cristalli, e porcellane bianche un po’ kitsch aiutano a rendere una dal sapore casa shabby chic.

Fonte http://velvetstyle.it/2016/03/16/larredamento-shabby-chic-per-la-casa/

MOBILI FIORELLA

La vendita della casa è un’operazione molto delicata e che necessita di vari passaggi procedurali

La vendita della casa è un’operazione molto delicata e che necessita di vari passaggi procedurali, di contratti da stipulare e contratti da firmare. E questo conduce il più delle volte il comune cittadino ad affidarsi ad esperti del settore, le agenzie immobiliari che oltre ad offrire consulenza nella stima della nostra casa e stabilire un prezzo di vendita, gestiscono gli appuntamenti e tutte le fasi che precedono la vendita. Vale a dire la proposta di acquisto e il compromesso. Prima di affidarsi ad un’agenzia immobiliare a Barletta, però cerchiamo di sapere i nostri diritti, i doveri dell’agente immobiliare dei mezzi di tutela e delle precauzioni necessarie per evitare successive spiacevoli sorprese. Innanzitutto, quando ci rechiamo presso un’agenzia immobiliare a Barletta dobbiamo assicurarci che il soggetto con cui interagiamo sia un agente immobiliare regolarmente iscritto al Ruolo Mediatori presso la Camera di Commercio, semplicemente chiedendo all’agente l’esibizione del proprio certificato. In  secondo luogo, pretendiamo che utilizzi moduli depositati presso la Camera di Commercio, per la stipulazione di qualsiasi atto che dovranno essere sempre dettagliati e chiari. L’agente dovrà essere, inoltre, fornito di tutte le informazioni necessarie sulle condizioni generali dell’immobile, sulla sua conformità alle norme edilizie e urbanistiche e sulla presenza di eventuali vincoli. Tutti dati che dovrà conoscere secondo la diligenza professionale richiesta dalle caratteristiche dell’affare e dal suo livello di organizzazione. Dopodiché, arriva il momento di definire, per iscritto, le condizioni della provvigione e le relative modalità di pagamento che dovrà essere pagata in egual misura da compratore e venditore. Tale provvigione non è fissata per legge, ma dalle tariffe professionali ed oscilla tra il 2% e il 3% del valore della transazione. Diciamo che la vendita della casa, sia privatamente che tramite agenzia può addivenire direttamente alla conclusione dell’atto notarile di compravendita, cosiddetto rogito, tralasciando i precedenti lunghi passaggi che sono: la proposta di acquisto, l’accettazione o meno della proposta, il contratto preliminare di vendita, volgarmente detto “compromesso”, fino ad arrivare all’atto definitivo di compravendita immobiliare e riprodurre gli accordi già presi con il compromesso, il cosiddetto “rogito”.  Al momento del rogito, l’acquirente di norma deve saldare il prezzo dell’acquisto (quindi, in caso di acquisto tramite mutuo, devono essere già state ultimate tutte le pratiche del finanziamento). Inoltre nella prassi, in questa fase, vengono anche pagate la provvigione all’agenzia immobiliare a Barletta, l’IVA, l’imposta di registro e la parcella del notaio. Per chi acquista poi, è importante capire come arredare casa a Barletta, insomma, un percorso di non poco conto, che parte dall’agente immobiliare e arriva ad altre diverse consulenze, e come detto poco fà, anche all’arredamento, magari prendendo spunto da uno dei b&b a Barletta, che nei nostri viaggi abbiamo conosciuto.

MOBILI FIORELLA

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress